Un record stagionale a livello personale, una riconferma immediata e una new entry. Sono queste le tre caratteristiche dell'Alma Mater settimanale relativo all'ultimo turno dei tre principali campionati nazionali.

 

Il nuovo high individuale lo ha realizzato Tommaso Guariglia in Serie A2. Il pivot di 205 centimetri (foto pagina Facebook Fortitudo Agrigento) ha collezionato la sua prima doppia doppia stagionale per favorire l'importante vittoria di Agrigento nello scontro diretto in ottica-playoff ai danni di Scafati. Nel 91-72 casalingo della ventiquattresima giornata il lungo classe '97 uscito dal vivaio nerostellato ha segnato 12 punti e arpionato 13 rimbalzi nei 24 minuti in cui è rimasto in campo dopo la partenza in quintetto base, cifre cui ha aggiunto 2 stoppate per 20 di valutazione, anche in questo caso nuovo record stagionale. Nel suo bottino di punti spicca il 2/5 al tiro da tre, che fa il paio con il 4/8 segnato da oltre l'arco nella precedente affermazione casalinga su Latina. Con il 14° successo la formazione siciliana sale al quinto posto in classifica del Girone Ovest della seconda serie nazionale, blinda a proprio favore il bilancio contro Scafati, che la segue a 2 punti di distanza, e fa salire a +4 il vantaggio sul decimo posto, il primo ad escludere dai playoff-promozione. A tutto questo Tommaso sta contribuendo con 4.5 punti e 3.4 rimbalzi in oltre 15' per gara.

 

Antonio De Fabritiis è stato invece l'eroe del successo interno dei Tigers Cesena nel derby con Faenza. Dopo averla già punita nello scorso weekend nella semifinale della Final Eight della Coppa Italia di Serie B, rifilandole un 4/5 da tre per 16 punti totali, la 28enne guardia (foto pagina FB Tigers Cesena) si è travestita nuovamente da bestia nera faentina da oltre l'arco mandando a bersaglio, sul suono della sirena, il missile della vittoria del 69-66. Per Antonio 13 punti e 6 rimbalzi in 24' con 3/5 da tre, dato quest'ultimo che fa salire al 35.0% tondo la sua precisione in campionato nei tiri pesanti, con quasi 4.5 tentativi per incontro. Con la sconfitta dell'ex coinquilina Padova, Cesena torna al primo posto solitario del Girone B della terza serie nazionale a 6 turni dalla fine della regular season, con Antonio a fatturare 8.5 punti in quasi 26' di media. Nella partita dei cesenati da segnalare anche la prova “al microonde” di Emanuele Trapani, autore di 10 punti in appena 11' con una prova al tiro quasi perfetta per il play-guardia classe '99, 3/3 da due, 1/2 da tre e 1/1 ai liberi.

 

A lungo compagno di squadra e di reparto di Trapani alla Stella Azzurra è stato Donato Vitale, reduce dalla migliore prestazione della sua annata. E ha pensato bene di riservarla non solo alla formazione più forte del Girone D di Serie B, Caserta, ma anche nel derby personale, vista l'origine nella provincia casertana da parte di Donato (foto Alfredo Muscatello). Per far finire la striscia di 6 vittorie degli ospiti, il 20enne play ha segnato 13 punti con 3/5 da tre in 30', minutaggio che fa il paio coi 36 giocati nella scorsa vittoria sulla Tiber Roma. Reggio Calabria ha così ottenuto per 73-67 lo scalpo della capolista, incappata in appena il terzo ko in 24 turni di campionato, mentre la Viola sale al sesto posto della graduatoria, ampiamente dentro la zona-playoff malgrado i noti 3 punti di penalizzazione.

L'U16 Eccellenza è Campione del Lazio: Visintin MVP della finale regionale vinta sull'HSC Roma
L'U18 Eccellenza vince il girone della prima fase nazionale del campionato. Ora attesa per conoscere le avversarie della seconda fase