Il numero trenta (e dintorni) ha caratterizzato la vittoria della Stella Azzurra all'esordio nella seconda fase del girone regionale. La squadra di Lorenzo Gandolfi ha travolto l'Eurobasket Roma per 88-57 sul parquet di casa dell'Arena Altero Felici nella prima delle sei giornate previste dal Girone A della seconda fase laziale, il mini-gruppo di quattro squadre la cui classifica finale designerà direttamente le finali con l'altro girone regionale, finali che decreteranno sia la squadra Campione del Lazio 2017/18 che le qualificate all'interzona (le prime tre classificate) e agli spareggi pre-interzona (la quarta).

 

Se 31 sono state le lunghezze di distanza a favore dei nerostellati nella sfida tra la prima e la seconda dei rispettivi due gironi della prima fase, 30 sono stati i punti di Abramo Penè (al tiro, nella foto di repertorio), sin dalle prime battute mattatore della partita, deliziata non solo dai suoi numerosi canestri, diversi ad effetto, ma anche dalla prestazione globale offerta sul rettangolo di gioco, chiudendo alla fine con 7 rimbalzi, 4 assist, 5 recuperi e 8 falli subiti.

 

Giornata di grazia anche al tiro da fuori per la guardia classe 2002, che ha fatto scrivere tre triple a referto mostrando la precisione al tiro da fuori già nel primo quarto, mandato in archivio avendo segnato da solo gli stessi punti dell'intera squadra avversaria, 11 nel 22-11 con cui i padroni di casa doppiano gli ospiti al termine della frazione inaugurale. Lo show di Penè prosegue agli stessi ritmi nel secondo periodo, già 18 i punti nel 32-15 di metà periodo, vantaggio in doppia cifra ridotto di poco all'intervallo lungo, 43-32, che arriva dopo aver fatto vedere un Matteo Spagnolo degna spalla realizzativa del compagno e l'espulsione, sulla sponda opposta, di Schifalacqua per la somma di due antisportivi commessi. La defezione prematura di uno dei suoi titolari e un primo tempo in cui aveva subito sempre la superiorità della Stella non impedisce tuttavia all'Eurobasket di reagire e ricucire lo svantaggio fino al -2 a suon di triple, soprattutto da parte del capitano Bischetti. Ma nel momento più difficile è proprio un canestro da tre a risvegliare i nerostellati, è Thomas Reale ad assumersi la responsabilità di prendersi un tiro dal peso specifico importante e mandare la palla dentro la retina da oltre l'arco, ridando fiducia al resto dei compagni, che fanno tornare presto il margine in doppia cifra con il contropiede di Spagnolo del 60-50 al 27°, preludio al 64-52 dell'ultima minipausa firmato anche dalla crescita di tono di Yannick Nzosa e Veron Eze. Nel quarto periodo la Stella non subisce più nessuna riscossa dell'Eurobasket, anzi i padroni di casa straripano sfruttando altre giocate da applausi di Penè, tra cui la schiacciata con fallo del +20 per il suo venticinquesimo punto e lo spettacolare alley-oop in contropiede ispirato dal passaggio di Spagnolo al tabellone e chiuso con la nuova affondata del suo trentesimo.

 

Il roster stellino incamera così i primi due punti in classifica ed aspetta la nuova partita casalinga della seconda giornata, avversario il Lido di Roma, atteso all'Arena Felici alle ore 18.30 di lunedì 12 marzo.

 

STELLA AZZURRA ROMA – EUROBASKET ROMA 88-57 (22-11, 43-32, 64-52)

STELLA AZZURRA: Gianni, T. Reale 16, Spagnolo 13, Nafea, Pené 30, Romano, Nzosa 6, Eze 10, Faloppa 3, Motta 10. Coach: Gandolfi.

 

 

 

 

Stella Azzurra ancora da applausi in Serie B: vinto anche il recupero in casa di Salerno quarta forza del campionato
VIDEO Paul Eboua dominante nel debutto dell'U18 Eccellenza all'Interzona: gli highlights #madeinStella