La Stella Azzurra potrà difendere il titolo di Campione d'Italia in carica Under 15 Eccellenza fino in fondo. La formazione di Claudio Carducci mantiene la sua imbattibilità alla Finale Nazionale di Roseto degli Abruzzi (TE) sconfiggendo in semifinale la Leonessa Brescia per 78-54, qualificandosi così alla finale-scudetto di domani del PalaMaggetti (nella foto a lato, la gioia della panchina al suono della sirena). E' la quarta volta negli ultimi cinque anni che il club nerostellato raggiunge l'ultimo atto del torneo tricolore a livello di U15 Eccellenza, con tre titoli nazionali vinti nelle precedenti tre apparizioni in finale. Ma contro i lombardi di coach Zanco gli stellini soffrono per la prima volta nella manifestazione tricolore in Abruzzo, che nelle precedenti quattro gare aveva dato pochi patemi d'animo a Motta e compagni.

 

La solita partenza-sprint regala il consueto vantaggio consistente al termine del primo quarto, con l'asse play-pivot formato da Spagnolo (nella foto a lato di Cristiana Castano) e Nzosa ad accendere subito la gara e Motta a rifinire con qualche bel canestro per il +17 dopo appena 10 minuti di gioco, 29-12. Brescia, però, dimostra di non essere finita per caso tra le migliori quattro squadre d'Italia della categoria, nel secondo quarto i lombardi si fanno preferire ai nerostellati e sfruttando anche un 9-0 di break riescono a vincere la frazione, anche se la Stella Azzurra impedisce loro di andare negli spogliatoi all'intervallo con il vantaggio sotto la doppia cifra. Ma il +11 stellino di metà gara, 42-31, viene messo a dura prova all'inizio della ripresa, quando Brescia riesce a ricucire fino al margine minimo di -5 sul 49-44 di metà terzo quarto realizzato con un canestro di Naoni, il migliore dei suoi. Nel momento peggiore i nerostellati si riscuotono e piazzano immediatamente il controbreak che riporta la sfida dalla loro parte in maniera definitiva, un 14-0 a cavallo dei due quarti finali che porta la firma iniziale di Motta e Nzosa, l'aiuto importante dei diversi classe 2004 mandati in campo da coach Carducci (bene Di Camillo, Cannavina e Sandoval) e la griffata finale di Spagnolo, tornato a pungere in attacco dopo un terzo periodo in cui il capocannoniere della manifestazione era rimasto insolitamente a secco. Il 63-44 con 8 minuti sul cronometro lascia poco spazio all'eventuale rimonta di Brescia, che lascia campo libero all'accesso alla finalissima della Stella Azzurra.

 

Capitan Felipe Motta (nella foto a lato di Cristiana Castano) chiude da top scorer dell'incontro con 25 punti, a cui somma anche 11 rimbalzi, Matteo Spagnolo riesce a portare lo stesso a casa un bottino discreto con 20 punti tondi insieme a 14 rimbalzi e 6 assist, limitato da problemi di falli Yannick Nzosa (nella foto sotto di Italbasket) contribuisce comunque con 18 punti e 17 rimbalzi, in doppia cifra anche Dino Bocevski con 11, 6 rimbalzi in appena 10 minuti per Cannavina.

 

La finale-scudetto è fissata per domani alle ore 18.30 contro l'Oxygen Bassano, vincitrice dell'altra semifinale ai danni dell'HSC Roma per 91-80. Sarà la riedizione della finale-scudetto vinta un anno fa a livello U16 Eccellenza. Come accaduto per tutta la Finale Nazionale, la partita per il titolo tricolore sarà trasmessa in diretta streaming su www.fip.it/giovanile

 

 

STELLA AZZURRA ROMA – LEONESSA BRESCIA 78-54 (29-12, 42-31, 60-44)

STELLA AZZURRA: Basilico 1, Camponeschi, Di Camillo 2, Motta 25, Sandoval, Spagnolo 20, Bocevski 11, Nzosa 18, Cannavina 1, Rapini, De Castro, Lo Prete. Coach: Carducci.

BRESCIA: Corona 7, Galli 4, Giudici 12, Rotella 5, Naoni 17, Botti, Agosta 2, Allieri, Villa 2, Ferrazzi 3, Buizza 2, Faini. Coach: Zanco.

ARBITRI: Giambuzzi e Migliaccio.

 

 

QUI le statistiche ufficiali dell'incontro.

 

 

QUI la photogallery completa (foto Daniele Capone per Italbasket e Cristiana Castano per Stella Azzurra).

 

 

 

 

 

Finale Nazionale U15 Eccellenza, la tradizione prosegue: siamo di nuovo tra le prime 4 d'Italia, Virtus Bologna ko
I CAMPIONI DELL'ITALIA SIAMO (ANCORA) NOI! Trionfo U15 Eccellenza alla Finale Nazionale di Roseto: 4° scudetto in 5 anni nella categoria