Non ha tradito le attese il debutto dell'Under 18 Eccellenza della Stella Azzurra Roma nella seconda fase interregionale del campionato giovanile di basket. All'Arena Altero Felici si scontravano due delle migliori espressioni della categoria in Italia, i padroni di casa nerostellati e la Grissin Bon Reggio Emilia, sfida valida per la prima giornata d'andata del Girone A, il minigruppo a 4 squadre che qualificherà direttamente soltanto la prima classificata alla Finale Nazionale di Milano. Nella riproposizione della semifinale-scudetto dell'anno scorso vinta dalla Stella Azzurra, tra i ragazzi di Lorenzo Gandolfi e gli emiliani di Andrea Menozzi è finita con la vittoria all'overtime dei primi per 75-73, al termine di 45 minuti avvincenti che sono stati un bello spot per la pallacanestro giovanile.

 

CRONACA La padrona di casa si presentava con la testa di serie numero 1 del girone, assegnata dalla vittoria finale nel girone della prima fase, nella quale Reggio Emilia era invece arrivata seconda alle spalle dell'ABC Cantù nel suo raggruppamento. E la Stella sembrava subito poter imporre i propri “diritti”, volando in doppia cifra di vantaggio già dopo 8 minuti, 18-8, grazie all'efficacia offensiva del terzetto composto da Nzosa, Pené ed Eboua. Il margine positivo raggiungeva il massimo di +12 poco prima del finire del quarto iniziale (20-8), chiuso sempre in doppia cifra sul 24-13. Il copione non cambiava di molto nel secondo parziale e all'intervallo la formazione romana aveva ancora un margine di relativa sicurezza, 46-36, con i componenti del succitato terzetto già tutti in doppia cifra di punti, Eboua a quota 12, Nzosa 11 e Pené 10, malgrado dalla parte oppsta Cipolla avesse iniziato a scaldare la sua mano con i 9 punti segnati nel periodo. Il ritorno in campo dagli spogliatoi coincideva con il pieno ritorno in partita degli ospiti, 9 punti di Soviero e le triple di Cipolla producevano la rimonta e il sorpasso di Reggio, 48-51 al 25°, ma Penè e Visintin erano bravi a frenare l'ondata e a dieci minuti dalla fine la situazione sul tabellone elettronico era di perfetta parità a 58. L'equilibrio sarebbe durata sino alla fine dei regolamentari e oltre, perché al +4 nerostellato a 1'34” dal termine, il 68-64 creato in particolare da due belle giocate di Thomas Reale, rispondeva un libero di Soviero e soprattutto la tripla del pareggio (9/33 da oltre l'arco per la Grissin Bon) segnata sulla sirena dei 24” da Zampogna, il 68 pari a 25” dalla fine che non sarebbe stato modificato né dall'ultima azione d'attacco della Stella né dal complicato tiro di Cipolla dall'altra parte allo scadere. Nell'overtime tornava in cattedra Eboua, tutti suoi i 7 punti nerostellati del prolungamento, tra cui la spettacolare schiacciata in tap-in del 73 pari e, dopo l'ottimo lavoro della difesa per costringere i reggiani all'infrazione di 24”, il 2/2 ai liberi conquistato con un'azione in post basso per il 75-73 con poco più di 3 secondi da giocare. Sarà il +2 definitivo, perchè l'ultimo disperato tiro dei reggiani da oltre la metà campo non trovava il bersaglio.

 

SINGOLI Paul Eboua è stato il match winner della Stella Azzurra (nella foto, un suo tiro libero in partita). Un giorno dopo aver contribuito con 12 punti al largo successo della Cimorosi Roseto sulla Tezenis Verona nel campionato di Serie A2 (106-85), la guardia classe 2000 ha chiuso con 19 punti, sfruttando al meglio gli 11 falli subiti con l'11/14 ai liberi. In doppia doppia anche il 2.13 Yannick Nzosa, 12 punti e 14 rimbalzi conditi da 5 stoppate. Immarcabile nel primo tempo Abramo Penè, guardia diciassettenne che ha poi finito con 18 punti con 8/14 dal campo. Sempre pronto in uscita dalla panchina Thomas Reale, importante nel momento no della Stella nel terzo periodo l'apporto del più giovane in campo, il 2004 Matteo Visintin.

 

PROSSIMO TURNO Prima trasferta in Liguria nella seconda giornata per i nerostellati. Martedì 16 aprile alle ore 15.00 sono attesi a Vado Ligure dalla Pallacanestro Vado, l'altra formazione che completa il girone insieme alla Don Bosco Livorno, avversarie nella sfida di stasera alle ore 20.30 in Toscana. La formula del girone prevede che soltanto la prima classificata al termine delle 6 gare di andata e ritorno che disputerà ciascuna formazione si qualificherà direttamente alla Finale Nazionale, la seconda dovrà prima passare per un Concentramento Interregionale a 3 squadre, la cui vincente staccherà il biglietto per il torneo tricolore nel capoluogo lombardo, in programma dal 7 al 9 giugno e al quale saranno ammesse 8 formazioni, che si affronteranno in un tabellone tennistico ad eliminazione diretta a partire dai quarti di finale.

 

STELLA AZZURRA ROMA – GRISSIN BON REGGIO EMILIA 75-73 dts (24-13, 46-36, 58-58, 68-68)
STELLA AZZURRA: E. Gianni, Klaczek 2, N. Giordano 2, Ianelli 4, Pené 18, Visintin 6, Motta, T. Reale 8, Colussa 2, Digno, Eboua 21, Nzosa 12. Coach: Gandolfi.

REGGIO EMILIA: Soviero 16, Giannini 2, Diouf 7, Maddaloni 2, Bertolini, Pellicciari 8, Castagnetti, Besozzi 8, Sow, Zampogna 6, Cipolla 24, Porfilio ne. Coach: Menozzi.

ARBITRI: Bernassola e Spinelli.

 

 

Di seguito il video dell'azione decisiva di Eboua:

 

 

Alma Mater: Amar Alibegovic vede la Serie A, Davide Pucci la rinascita
Alma Mater, Yancarlos Rodriguez si traveste da Superman: 33 punti, 8 assist e 42 di valutazione in Serie A2